FAQ

Le domande che ci fanno più spesso
  • Per contribuire ad aumentare da 10 a 15 miliardi di euro entro il 2030 le risorse filantropiche destinate agli enti di Terzo settore, attraverso iniziative proprie o culturali a sostegno di una filantropia diffusa e attività di raccolta diretta di fondi
  • per finanziare a fondo perduto ogni anno, e con interventi di durata fino a 10 anni, da 15 a 20 iniziative replicabili, sostenibili e rilevanti su tutto il territorio nazionale realizzate da enti di Terzo settore
  • per creare occupazione, investendo nello sviluppo del Terzo settore che, da ormai 15 anni, si qualifica come il settore che produce più posti di lavoro stabili
  • per accrescere la consapevolezza culturale e ispirare il maggior numero di persone con esempi positivi sul ruolo civico del Terzo settore e della filantropia, come fattore di coesione e sviluppo sociale, con iniziative di sensibilizzazione e educazione rivolte a grande pubblico, nuove generazioni, policy-maker

Fondazione Italia Sociale è stata costituita con la legge di riforma del Terzo settore (106/2016) come fondazione di diritto privato. La sua indipendenza è garantita da due caratteristiche che la rendono unica nel suo ambito: le risorse economiche che ne sostengono l’attività provengono in misura prevalente da fonti private e la governance riservata per la maggioranza a rappresentanti non statali.

In quanto fondazione di partecipazione, possono aderire persone giuridiche pubbliche e private, di natura profit e non profit, che compongono il Collegio dei partecipanti.

L’adesione di nuovi partecipanti è deliberata dal Comitato di gestione della Fondazione.

Alle organizzazioni che aderiscono alla Fondazione è richiesto di sostenerne le attività, con un contributo annuo di €50.000 oppure un contributo in natura pari al medesimo importo, e di partecipare attivamente attraverso la propria rete di stakeholder (clienti, fornitori, collaboratori, etc.).

Aderendo alla Fondazione si contribuisce a un progetto-paese, complementare e aggiuntivo rispetto alle iniziative sociali o filantropiche che le singole organizzazioni partecipanti realizzano. L’impegno a favore della Fondazione non è in alcun modo sostitutivo del sostegno che le organizzazioni aderenti già garantiscono ad altre fondazioni, enti del Terzo settore e progetti sociali.

A tutti i partecipanti è richiesto di comunicare il proprio sostegno alla Fondazione come adesione a un progetto-paese, condiviso con altre organizzazioni in quanto programma di responsabilità collettiva.

L’organo di governo della Fondazione è il Comitato di Gestione, un organo indipendente composto da dieci membri: tre di nomina governativa; uno nominato dal Consiglio nazionale del Terzo settore; sei in rappresentanza degli enti profit e non-profit che costituiscono il Collegio dei partecipanti. Il Comitato resta in carica 4 anni.

La Fondazione si sostiene con gli apporti dei partecipanti e rispetta il vincolo di prevalenza delle risorse di natura privata. Per il finanziamento dei progetti la Fondazione promuove, in collaborazione con altri soggetti, la costituzione di specifici fondi (vedi oltre: Fondazione Donor Italia. Obiettivo della Fondazione è di aumentare le risorse complessivamente disponibili per progetti sociali nel nostro Paese, incrementando la disponibilità di cittadini e imprese a sostenerli con il proprio contributo.

La Fondazione promuove progetti sociali nazionali, che rispondono a bisogni diffusi, generano lavoro e sono in grado di crescere fino ad autosostenersi.

Possono riguardare qualsiasi ambito socialmente rilevante e vengono scelti in base al loro potenziale, alla solidità del modello esecutivo, alle competenze dei proponenti.

La Fondazione realizza inoltre, in forma diretta, progetti di carattere culturale, di promozione della filantropia, di studio e analisi delle policy, delle dimensioni, e delle tendenze del Terzo settore. Nella sua attività culturale la Fondazione favorisce la collaborazione con università, enti di ricerca, e altre organizzazioni che operano nei suoi stessi ambiti di intervento istituzionale.

I progetti operativi sostenuti dalla Fondazione sono di preferenza di taglia medio-grande (mediamente tra 10 e 50 milioni di euro) e di lungo periodo (5-10 anni). Sono progetti con potenziale di crescita e di impatto a livello nazionale, per esprimere il quale necessitano del sostegno paziente e senza obiettivi di lucro della Fondazione. La filosofia della Fondazione privilegia i progetti con prospettiva di lungo termine.

La selezione dei progetti è responsabilità esclusiva ed autonoma della Fondazione, con il supporto di uno staff specializzato. Non vengono presi in considerazione progetti che non siano stati sollecitati dalla Fondazione stessa.

Fondazione Italia Sociale opera con staff proprio o assegnato dalle organizzazioni partecipanti. La selezione avviene in funzione delle competenze e delle qualità professionali, ma anche della motivazione a essere parte di un ambizioso progetto per la crescita sociale del Paese. Le quattro principali aree di attività riguardano il fundraising, l’analisi e gestione dei progetti, il settore analisi e studi, e la comunicazione.

Fondazione Donor Italia Onlus è un ente senza scopo di lucro che opera con Fondazione Italia Sociale per promuovere la cultura della solidarietà e della responsabilità sociale. Si tratta di uno dei principali attori italiani impegnato nell’intermediazione filantropica, sostenendo individui, imprese e organizzazioni non profit tramite la creazione di fondi dedicati (Donor Fund) e il supporto nelle donazioni internazionali.

beCIVIC è il progetto culturale di Fondazione Italia Sociale.

L’espressione “be Civic” vuole essere un appello ed una chiamata all’azione per riscoprire la funzione e l’importanza dell’essere cittadino, ripartendo dalla discussione di temi come l’impegno civico e il ruolo dei cittadini in relazione alla società in cui vivono.

Si tratta di una community ed un progetto multicanale che si propaga attraverso una piattaforma web (https://becivic.it/), canali social e una serie di iniziative volte a coinvolgere il più ampio pubblico possibile attraverso una comunicazione semplice, diretta e accattivante.